I 6 segreti del public speaking: guida pratica per creativi

Immagine - Public Speaking

Parlare in pubblico è un’arte piuttosto difficile da apprendere, perché rappresenta un vero e proprio “blocco emotivo” per molte persone. Eppure questa paura e’ estremamente democratica, colpisce indiscriminatamente proprio tutti almeno una volta: studenti, imprenditori, professori universitari e… anche i creativi.

Del resto chi si destreggia nel mondo della creatività è estremamente abituato ad osservare il mondo, ad interpretarlo e a raccontarlo: ma quando ci viene chiesto di farlo a voce, per giunta davanti ad un pubblico, la storia cambia parecchio.

 Quella spiacevole sensazione di ansia, sudorazione imbarazzante , difficolta’ a dire tutte quelle cose che fino a 5 secondi prima conoscevamo alla perfezione… sono situazioni familiari vero?

Iniziano a frullarci in testa domande tipo “cosa penserà la gente di me?” “Sarò all’altezza?” “Riuscirò a far capire bene quello che voglio comunicare?”.

Si, perche’ ognuno di noi si è trovato almeno una volta nella vita a doversi confrontare con una platea, fisica o digitale, e riuscire a gestire al meglio l’emotività non è per nulla semplice o scontato.

Devi sapere che è del tutto normale e nella maggior parte dei casi bastano pochi accorgimenti, qualche tecnica ben assestata  e un po’ di pratica per cambiare la situazione e diventare un/una comunicatore/rice provett*. 

Vediamo insieme alcuni suggerimenti utili che ti permetteranno di affrontare con serenita’ il tuo prossimo discorso in pubblico.

Le semplici regole che andremo ad affrontare ti aiuteranno sia nel caso in cui tu debba parlare di fronte ad una platea di persone, sia che debba sostenere un’intervista, sia che ti voglia cimentare in una comunicazione piu’ coinvolgente sui social.

1. Trasforma la paura
Anzitutto partiamo da questo presupposto: non sei l’unico ad aver paura di parlare in pubblico.

Ti raccontiamo un piccolo segreto: anche noi di Taldeg abbiamo dovuto affrontare tante volte questa situazione e all’inizio l’ansia era molta.

Devi anche sapere pero’ che l’ansia si puo’ trasformare in sana adrenalina che ti sara’ utilissima per affrontare con maggior tenacia il tuo discorso.

Anche molti oratori esperti infatti , dicono di avere ansia da prestazione prima di salire sul palco, ed è normale così. Chi sostiene il contrario probabilmente mente. 

Se vuoi superare questo ostacolo, comunque sia, dovrai allenarti costantemente. Grazie all’esercizio continuo, parlare in pubblico diventerà presto una gioia, non un’angoscia.

Il vero segreto per vincere la paura è fare di essa una preziosa alleata, un incentivo per migliorare le proprie esposizioni. La paura non è un nemico, ma una componente naturale della nostra interiorità.

2. Guardati allo specchio
Un Public Speaking Vincente ha alla base una giusta preparazione.

Non ti stiamo suggerendo di imparare a memoria un discorso, non ci sarebbe nulla di piu’ sbagliato. Rischieresti, in un momento di dimenticanza, di perdere il filo del discorso e non riuscire piu’ a riprenderlo.

Risulta fondamentale, pero’, prepararsi una specie di scaletta. Basta dividere il discorso che vuoi trattare in alcuni punti cardine, delle parole chiave che possono servirti come una mappa per organizzare il tuo discorso,

Fissati i concetti principali non sentirti folle nel piazzarti davanti allo specchio ed iniziare a provare il tuo discorso.

Questo non solo ti aiuterà ad acquisire maggior dimestichezza, ma ti farà anche capire se hai le idee chiare rispetto a quello che vuoi dire e, nel caso, ti darà modo di aggiustare il tiro.

3. Spontaneità ed interazione
 Ricordalo sempre, parlare in pubblico efficacemente non significa fare un monologo. Le persone a cui parli, molto probabilmente, sono piu simili a te rispetto a quanto potresti pensare. Se sono li è perche avete gli stessi interessi, le stesse passioni, e sono curiosi di ascoltare quello che hai da dire. Cerca sempre di non snaturarti e di rimanere spontaneo. 

Cita anedotti, storie divertenti, racconta qualcosa di te. Quando parli in pubblico crei una relazione con loro: coinvolgili con domande e falli sentire partecipi e a loro volta ascoltati. L’empatia e’ fondamentale e anche la chiave per un public speaking di successo. Questa è una tecnica molto semplice, ma che spesso viene trascurata o sottovalutata.

4. La positivita’ e il carisma sono contagiosi

Quando parli con qualcuno, anche nella vita di tutti i giorni , puoi influenzare, positivamente o no, il tuo interlocutore. Il tuo stato d’animo, la tua mimica facciale, il tuo linguaggio del corpo  hanno un impatto molto forte su chi ti ascolta.

Impara dunque ad usare nel modo giusto questo aspetto

Se sei scontroso quando parli, anche il tuo pubblico lo sarà. Se sei indifferente, anche loro proveranno meno interesse.

 Ricorda sempre, l’entusiasmo e la passione sono contagiosi. Se l’oratore comunica in modo brillante e con entusiasmo, molto probabilmente anche  il pubblico sarà più. 

I sentimenti, infatti, sono molto più forti dei pensieri trasmessi con freddezza.

Per suscitare sensazioni positive bisogna credere profondamente in ciò che si dice, mostrando spontaneità e sincerità. Inizia sempre in modo amichevole e frizzante, i risultati saranno garantiti.

5. Usa l’effetto wow e non perdere il filo del discorso
Gli oratori piu esperti lo sanno bene: ci giochiamo l’attenzione del nostro pubblico nei primi secondi del nostro discorso.

Proprio per questo quello che ti suggeriamo è di inziare con un effetto "WOW". Può trattarsi di un anedotto, una domanda, una battuta. Mettiti sempre nei panni del tuo pubblico e immagina che cosa sarebbe in grado di attirare la tua attenzione. Ciò che funziona per te di solito vale anche per gli altri.

Altra regola d'oro: punta sulla chiarezza. Ogni discorso, per essere più chiaro ed efficace, deve essere strutturato secondo una sequenza basata su spazio, tempo o specifiche tematiche. Con questo schema non rischi di risultare  dispersivo e riuscirai a  un filo logico.

6. Stimola il tuo pubblico con le immagini

Lo sapevi che gli stimoli visivi suscitano un’attenzione 25 volte maggiore rispetto a quelle dell’orecchio. Se si vuole catturare l'attenzione del proprio pubblico avere un supporto visivo può fare la differenza. La scelta delle parole in un discorso è importante, ma se le stesse sono supportate da un immagine accattivante, in grado di trasmettere visivamente le emozioni, l'effetto è ampilifcato.

Suggerimento pratico:  scegli sempre un  visual content che ti rappresenta e che sia coerente con il contesto nel quale ti trovi durante il tuo discorso o il tipo di pubblico a cui ti rivolgi.

Per ora è tutto, ma speriamo, con queste brevi tips, di averti dato degli spunti utili per inziare a lavorare sulle tue doti da oratore... 

Al prossimo discorso, siamo sicuri che farai un figurone.